LA SCELTA GIUSTA PER LE TUE INTOLLERANZE

INTOLLERANZA: UNA PROBLEMATICA SEMPRE PIU’ COMUNE

Il 98% degli zuccheri presenti nel latte è costituito dal lattosio che è contenuto oltre che nel latte, anche nei suoi derivati (formaggi e yogurt). L’ intolleranza al lattosio è un insieme di sintomi che possono presentarsi a causa della difficoltà di digestione del lattosio, causata da una carenza degli enzimi lattasi, deputati alla scissione del lattosio nei due zuccheri che lo costituiscono: il galattosio ed il glucosio.

Il buono del latte e da oggi anche la più alta digeribilità. Nasce la linea di prodotti senza lattosio del Caseificio Comellini: Squacquerone, Casatella, Stracchino degli Angeli e formaggio Castel San Pietro.

Sono questi i quattro prodotti, senza lattosio e con caglio vegetale, che puoi trovare nel banco frigo del tuo supermercato. Una linea innovativa, con caratteristiche organolettiche e sapore, identici a quelli di un formaggio tradizionale


I FORMATI DISPONIBILI

Squacquerone e Casatella delattosati sono disponibili nel formato da:

  • 280 gr peso calibrato
  • 300 gr peso variabile.

Lo stracchino delattosato è disponibile nel formato da:

  • 200 gr peso calibrato

Mentre per la nuova produzione di Formaggio Castel San Pietro senza lattosio è disponibile il formato da:

  • 400 grammi.

Le referenze a peso calibrato sono destinate alla vendita nel libero servizio della GDO; mentre per la gastronomia abbiamo i pesi variabili.

Squaquerone senza lattosio

Stracchino degli Angeli senza lattosio

Casatella senza lattosio

Castel San Pietro senza lattosio

Il consumo di formaggi delattosati secondo gli ultimi dati di mercato sui consumi è in netta espansione e di pari passo cresce anche l’offerta e la qualità dei prodotti.

La produzione

Comellini ha realizzato una linea di formaggi in grado di restituire ai consumatori che soffrono di intolleranza, il piacere di assaporare formaggi freschi. Nella produzione di questa nuova linea di formaggi, prima della coagulazione, è stato aggiunto oltre al fermento autoctono anche l’enzima lattasi, in modo che, durante l’affioramento e nelle successive fasi di formatura e maturazione, si verifichi una completa scissione del lattosio nei suoi zuccheri semplici.

Con caglio vegetale inoltre il caseificio Comellini ha un occhio di riguardo anche nei confronti dei consumatori che hanno stili alimentari diversi. Il tradizionale caglio animale è stato sostituito con caglio vegetale estratto dal cardo selvatico specie Cynara Cardunculus.

Con l’utilizzo del caglio vegetale porta sul mercato un formaggio in grado di soddisfare la sempre più forte richiesta di prodotti adatti a consumatori vegetariani, ma che conserva tutte le proprietà organolettiche, il sapore e la freschezza del formaggio tradizionale.