Lo sapevate infatti che …una giovane bovina è detta «vitellina», dalla nascita fino a un anno di età. La sua gestazione è durata circa 9/10 mesi, più o meno come accade all’essere umano. Alla nascita il suo peso è già compreso tra i 40 e i 50 kg e, nelle prime settimane di vita, questa giovane creatura ha bisogno di bere tra i 5 e i 6 litri di latte al giorno. La prima figliatura avviene tra i 2 e i 3 anni. Da allora in poi la bovina è detta «mucca».

A questo punto inizia anche a produrre latte e può essere munta per la prima volta. Una mucca mette al mondo un vitello ogni 12 – 14 mesi.


Come nasce il latte?

Appena il vitello viene alla luce, alcuni ormoni nel cervello cominciano a lavorare facendo si che la mammella diventi una ghiandola di produzione del latte. Raggiunta l’età migliore e dopo la prima figliatura, la mucca inizia a produrre il latte e può continuare la produzione anche per 10 anni.
In tutto questo periodo deve essere munta 2 volte al giorno.
Ogni giorno le mucche vengono munte nell’apposita sala mungitura grazie ad un’apposita macchina che garantisce igiene e sicurezza al prodotto.

Il latte viene successivamente raccolto in cisterne e può seguire diverse destinazioni arrivando:

  • Al distributore del latte dove viene venduto crudo (senza che sia stato trattato termicamente)
  • Alla centrale di raccolta dove viene pastorizzato o sterilizzato ed infine confezionato per il consumo diretto oppure trasformato in yogurt, panna o burro
  • Al caseificio dove viene trasformato in formaggio